Condividi

Regola 3

Non sottovalutare il potenziale dei mercati azionari

Se non hai fretta e hai il sangue freddo per sopportare le inevitabili oscillazioni delle Borse, il mercato azionario può rappresentare una marcia in più per il tuo portafoglio, o almeno per una parte di esso.

Nel lungo termine la maggiore rischiosità delle azioni tende a essere compensata da un maggior potenziale di rendimento.

Nel breve periodo i mercati azionari sono spesso dominati dai comportamenti speculativi e dall'instabile psicologia di molti investitori. Risultato: nessuno può dire cosa succederà domani.

Se allunghiamo lo sguardo su periodi più ampi, però, noteremo che tendono a dominare i cosiddetti "fondamentali" (come i dati di bilancio) e l'andamento dell'investimento riflette il reale potenziale di crescita del titolo.

Performance storiche di azioni, obbligazioni e liquidità

 

Fonte: Credit Suisse Global Investment Returns Yearbook 2010.

I rendimenti passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. I prezzi delle azioni e il reddito che ne deriva possono sia aumentare che diminuire e gli investitori potrebbero non recuperare l'importo investito in origine.

L'investimento azionario non va né demonizzato, né considerato una scorciatoia verso facili guadagni. Non si può tuttavia farne a meno se si è alla ricerca di rendimenti superiori a quelli offerti da Titoli di Stato e liquidità.