Condividi

Regola 5

Fai dell’incertezza la tua alleata

Se decidi di investire nei mercati finanziari e, in particolare, in quello azionario, devi aver chiaro che parteciperai a un mercato per sua natura incerto e caratterizzato da oscillazioni continue. Questa variabilità non deve però essere necessariamente considerata un elemento negativo.

La variabilità dei mercati viene tecnicamente definita "volatilità". È vero che maggiore è la volatilità, maggiore è la probabilità di incorrere in perdite, ma bisogna tener presente che volatilità fa anche rima con opportunità.

Anche quando tutto sembra andare male devi confidare nel fatto che niente è perduto. Anzi. È proprio cedendo alla tentazione di mollare tutto per aspettare tempi migliori che si realizzano le perdite. L'esperienza dimostra che spesso gli anni critici sono seguiti da recuperi significativi.

Rendimenti annuali (%) del mercato azionario 1970 – 2009

Fonte: Yale University/Robert Shiller, Thomson Datastream, Schroders. Dati al 31 dicembre 2009.

I rendimenti passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. I prezzi delle azioni e il reddito che ne deriva possono sia aumentare che diminuire e gli investitori potrebbero non recuperare l'importo investito in origine.

Fuggire dal mercato, spinti dall'emotività del momento, può danneggiare i tuoi rendimenti anche in modo significativo: non solo perché corri il rischio di "svendere" ai minimi, ma anche perché puoi perdere importanti occasioni di guadagno derivanti da mercati in recupero.