印刷する Condividi

In focus - Global Investor Study

Crescono i timori relativi alla pensione

In quale parte del mondo gli investitori sono più preoccupati per i risparmi pensionistici? Per scoprirlo, Schroders ha intervistato oltre 25.000 investitori.

19/11/2019

David Brett

David Brett

Investment writer

Gli esperti segnalano spesso una crescente crisi nei risparmi pensionistici. Ad esempio, uno studio del World Economic Forum rivela che l'ammanco totale in alcuni dei maggiori mercati pensionistici del mondo aumenterà da $70.000 miliardi nel 2015 a $400.000 miliardi entro il 2050.

Ma qual è la realtà dei singoli risparmiatori? E che cosa ne pensano i diretti interessati? Abbiamo chiesto a oltre 25.000 investitori di tutto il mondo se stanno risparmiando a sufficienza per gli anni della pensione.

I risultati offrono non solo un quadro generale, ma anche una panoramica delle opinioni di investitori di diverse località circa i loro piani pensionistici.

Dalla ricerca Global Investor Study 2019 di Schroders emerge che, nel complesso, quasi un quarto (il 24%) degli investitori in età lavorativa non è convinto di mettere da parte una somma sufficiente per la pensione.

“Non è una sorpresa scoprire che così tante persone non sono certe di risparmiare abbastanza”, afferma Sangita Chawla, Head of Retirement Savings presso Schroders.

“La ragione è che ci sono molti elementi e parecchie variabili che intervengono nelle decisioni riguardanti i risparmi pensionistici.

“Solo per citarne alcuni: stabilire a che età andare in pensione e se investire i risparmi o utilizzarli per asset che generino reddito. Occorre poi prendere in considerazione eventuali altre fonti di reddito e patrimonio, come ad esempio un bene immobile.

“Per poter fare un calcolo preciso, bisognerebbe inoltre sapere quanto si vivrà, cosa ovviamente impossibile”.

Quadro delle incertezze sulla pensione

In termini globali, i livelli di incertezza sui risparmi pensionistici variano nettamente nelle 32 località di provenienza degli intervistati. In Giappone, oltre metà (il 53%) degli investitori non pensionati esprime preoccupazione.

Sono molto in ansia anche in Corea del Sud, in Russia e a Hong Kong, come si evince dalla tabella sottostante.

Dei primi dieci della classifica, quattro sono in Europa; tra questi la Polonia (al 7° posto), la Francia (8° posto) e i Paesi Bassi (10° posto).

Indiani, indonesiani e brasiliani sono invece i meno dubbiosi circa i loro risparmi pensionistici. A livello regionale, gli investitori asiatici risultano più preoccupati di quelli europei. I meno apprensivi sono gli americani. Naturalmente vi sono delle eccezioni, ad esempio in India e Indonesia.

Così Chawla di Schroders: “I diversi livelli di preoccupazione nelle varie parti del mondo potrebbero dipendere da numerose ragioni. Occorre considerare l'entità dell'assegno previdenziale, le prospettive generali dell'investitore e il fatto che non tutti hanno le idee chiare sulle reali necessità negli anni della pensione.

“Ad esempio, negli ultimi decenni in mercati maturi come il Giappone e la Corea del Sud si sono registrati rendimenti scarsi, mentre India e Cina hanno evidenziato una crescita senza precedenti. Tale dato potrebbe erodere la fiducia e le attese circa i rendimenti futuri.”

ITIT01.jpg

Fonte: Schroders. Global Investor Study 2019. Schroders ha posto agli investitori questa domanda: “Quanto sei convinto di risparmiare / aver risparmiato a sufficienza per gli anni della pensione?”

*Attenzione: base ridotta (n<30) 

Agli investitori già pensionati è stato inoltre chiesto se prevedono che i loro risparmi dureranno abbastanza. Nel complesso, gli investitori pensionati sono più ottimisti: solo il 20% esprime preoccupazione rispetto al 24% di chi sta ancora lavorando.

Tuttavia, i dati suggeriscono che c'è un margine di sorpresa dove il livello di preoccupazione cresce creando un gap fra gli investitori che ancora lavorano e quelli già in pensione.

In alcune località i pensionati sono più dubbiosi dei non pensionati e le differenze più ampie si riscontrano in Russia, Polonia, Portogallo, Corea del Sud e Brasile. La Russia registra inoltre il maggior aumento dell'incertezza, dal 41% dei lavoratori al 58% dei pensionati.

Per contro, in alcune località gli investitori in età lavorativa sono eccessivamente preoccupati.

Ad esempio, gli investitori pensionati di Paesi Bassi, Austria, Canada, Danimarca, Cina e EAU sono molto più tranquilli rispetto ai propri risparmi pensionistici di quelli che ancora lavorano.

In Austria, il 22% degli investitori non è convinto dei propri risparmi per la pensione, ma solo il 4% degli investitori pensionati ha espresso preoccupazione.

Nell'aprile 2019 Schroders ha commissionato a Research Plus Ltd uno studio online indipendente su 25.743 investitori in 32 località di tutto il mondo, tra cui Germania, Australia, Brasile, Canada, Cina, Spagna, Stati Uniti, Francia, India, Italia, Giappone, Paesi Bassi e Regno Unito. Ai fini dell'indagine, vengono definiti "investitori" coloro che intendono investire almeno 10.000 euro (o un importo equivalente) nei prossimi 12 mesi e che hanno apportato modifiche ai propri investimenti negli ultimi dieci anni.