Italiani più ottimisti secondo l’indagine di Schroders

26 February 2014

L’Italia è tra i 23 Paesi coinvolti a livello mondiale nella ricerca Schroders Global Investment Trends Report 20141 , con un campione di oltre 1000 investitori2 intervistati. A livello di fiducia, il 47% si dice più ottimista sulle opportunità d’investimento per il 2014 rispetto allo scorso anno, a fronte del 54% in Europa e del 56% del campione globale.

Circa la propensione per le diverse asset class, analogamente al campione globale, la maggioranza degli italiani intervistati (67%) pensa di investire nel comparto azionario, ritenendo quest’ultimo il mercato in grado di offrire le migliori opportunità di crescita per il 2014. È interessante notare che, mentre a livello globale la percentuale che intende puntare sui propri listini nazionali è del 41%, solo il 21% del campione italiano dichiara questa propensione. Ciò malgrado, nella “classifica” delle preferenze indicate dagli italiani per l’investimento azionario, la Borsa locale figura al primo posto, seguita dai listini di Paesi Emergenti (13% del campione) e BRIC (13%).

Guardando alle altre asset class, e mettendo a confronto le risposte degli italiani con quelle del campione internazionale, emerge dalla ricerca che in Italia il 34% degli intervistati punterà sul reddito fisso, rispetto al 18% del dato globale.

Sebbene l’Asia Pacifico abbia il primato come regione dalla quale ci si aspetta il maggior potenziale di rendimento nel 2014 (secondo il 30% del campione italiano e il 39% di quello globale), gli investitori appaiono fiduciosi nei confronti delle economie sviluppate. Il 29% degli intervistati in Italia (a fronte di una media globale del 27%) ritiene l’Europa occidentale l’area più promettente e il 20% punta sull’America settentrionale ovvero Stati Uniti e Canada (a fronte di una media globale del 31%).

Pensando alle proprie priorità finanziarie per il 2014, oltre la metà (54%) degli intervistati italiani prevede di destinare il reddito disponibile a investimenti. Circa il 26% intende invece depositare tali somme in conti di risparmio, mentre il 6% preferisce concentrarsi sull’estinzione di debiti.

 

Schroders plc
Schroders è una società di asset management globale con un patrimonio gestito di 256,7 miliardi di sterline (corrispondenti a 307,2 miliardi di euro, 415,8 miliardi di dollari) al 30 settembre 2013. I nostri clienti sono primari istituti finanziari, come fondi pensione, banche e assicurazioni, enti locali e pubblici, governi, organizzazioni di beneficenza, privati con grandi patrimoni e investitori retail. La società, dotata di una rete fra le più ampie nel settore dell’asset management, ha 37 sedi in 27 Paesi fra Europa, Americhe, Asia e Medio Oriente. Forte di un assetto proprietario stabile, Schroders opera con successo da oltre 200 anni, adottando un’ottica di lungo periodo in ogni ambito, dalla gestione degli investimenti alla costruzione del rapporto con il cliente, allo sviluppo delle attività del gruppo.

Ulteriori informazioni su Schroders sono disponibili sul sito www.schroders.com

Pubblicato da Schroder Investment Management Ltd, autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Per ricevere aggiornamenti periodici via e-mail registrarsi sul sito www.schroders.com.

1Schroders ha commissionato a Research Plus Ltd un sondaggio indipendente su 15.749 individui di 23 Paesi intenzionati a investire almeno € 10.000 (o l’equivalente in altra valuta) nei prossimi 12 mesi. La ricerca è stata condotta online tra il 2 e il 24 gennaio 2014 e le risposte degli intervistati rappresentano l’opinione degli investitori in ognuno dei Paesi coinvolti nell’indagine.

2Nell’ambito del progetto, abbiamo definito “investitore” chi prevede di investire almeno € 10.000 (o l’equivalente in altra valuta) nei prossimi 12 mesi.

 

 

Download PDF

 Back