Investimenti Multi Asset | Luglio 2022

Prospettive

Gli investitori si trovano tuttora a fronteggiare l’impatto dell’inasprimento dei tassi di interesse (dovuto all’inflazione persistente) da un lato e dei rischi di recessione dall’altro. In termini di posizionamento core, restiamo sottoesposti alle azioni poiché non ci aspettiamo un imminente allentamento da parte delle banche centrali, data l’esigenza di arginare l’inflazione, e poichè le attese di utili non riflettono ancora i rischi per la crescita. La principale variazione ha riguardato il nostro posizionamento sottopesato in ambito azionario: abbiamo ridimensionato in parte l’esposizione pro-ciclica visto il maggiore rischio di recessione, il mese scorso abbiamo chiuso la posizione sovrappesata sulle commodity e in luglio stiamo prendendo profitto sulla nostra sovraesposizione in azioni giapponesi rispetto a quelle degli Stati Uniti. Tali interventi ci consentono di assumere un posizionamento migliore in un contesto caratterizzato da rischi di recessione in aumento.

Abbiamo avuto un confronto intenso sulle obbligazioni governative e siamo giunti alla conclusione che un assetto neutrale sia ancora appropriato. In particolare, la determinazione della Federal Reserve (Fed) a riportare l’inflazione sotto controllo stabilizza la curva dei rendimenti a livelli più alti e al contempo provoca un appiattimento della stessa. Intravediamo valore negli spread creditizi investment grade europei ma prima di incrementare l’allocazione al credito attenderemo che la volatilità dei tassi di interesse si stabilizzi.

Quanto alle valute, continuiamo a privilegiare il dollaro statunitense. Col senno di poi, la decisione di prendere profitto sulla posizione corta sull’euro è stata prematura; d’altro canto confermiamo l’assetto lungo USD vs renminbi cinese e questo mese abbiamo anche aperto una posizione long dollaro USA contro dollaro australiano e dollaro canadese a fini di copertura contro una decelerazione innescata dall’inasprimento dei tassi negli USA. Abbiamo anche scelto di approfittare dei livelli estremi dello yen assumendo una posizione long sulla divisa nipponica contro il franco svizzero. Lo yen giapponese offre una parziale protezione dai rischi per la crescita e scegliendo di shortare il CHF invece dell’USD andiamo incontro a un minor carry negativo. Dato il basso livello di rischio dei nostri portafogli, abbiamo deciso di ampliare leggermente l’esposizione al real brasiliano, al rand sudafricano e alla rupia indiana contro dollaro australiano, dollaro canadese e sterlina.

In generale, manteniamo un posizionamento difensivo in ambito azionario e neutrale in ambito obbligazionario, nelle commodity e nel credito. Abbiamo cercato di rafforzare in parte le coperture growth tramite l’assetto sui cambi e deciso di non assumere un posizionamento corto sul dollaro USA ora che la Fed è in piena attività.

View mensili

Multi-Asset-View-Luglio2022-1a.png

 

Multi-Asset-View-Luglio2022-2bb.png

Multi-Asset-View-Luglio2022-3b.png

Multi-Asset-View-Luglio2022-4b.png

Fonte: Schroders, luglio 2022. I giudizi su azioni, titoli di Stato e commodity si basano sulla performance rispetto alla liquidità in valuta locale. Le view su debito corporate e titoli high yield si basano sugli spread (duration-hedged). I giudizi sulle valute sono formulati rispetto al dollaro USA; quello sul dollaro è espresso in relazione a un paniere ponderato per l'interscambio.

Informazioni importanti

Il presente documento costituisce una comunicazione di marketing. Schroders non si assume alcuna responsabilità per fatti o giudizi errati.

Il presente materiale non intende fornire una consulenza contabile, legale o fiscale e non deve essere utilizzato in tal senso. Le informazioni qui contenute non rappresentano una consulenza, una raccomandazione o materiale di ricerca finalizzato all’investimento e non tengono in considerazione le specificità dei singoli destinatari.

Nell’assumere le proprie decisioni strategiche e/o sulle singole operazioni finanziarie, gli investitori nondevono fare affidamento sulle opinioni e sulle informazioniriportate nel presente documento.

La performance passata non è indicativa della performance futura e potrebbe non ripetersi.

Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono diminuire così come aumentare e gli investitori potrebbero non recuperare le somme originariamente investite. Le variazioni dei tassi di cambio possono determinare una diminuzione o un aumento del valore degli investimenti.

Le opinioni espresse da Schroders nel presente documento potrebbero subire variazioni.

Schroders ritiene attendibili le informazioni contenute nel presente documento, ma non ne garantisce la completezza o la precisione. Schroders opera in qualità di titolare del trattamento in relazione ai dati personali. Per informazioni circa le modalità di trattamento dei dati personali, è possibile consultare la nostra Politica sulla privacy, disponibile all’indirizzo www.schroders.com/en/privacy-policy o su richiesta.

Per garantire la Sua sicurezza, le comunicazioni potrebbero essere registrate o monitorate.

Pubblicato da Schroder Investment Management (Europe) S.A., 5, rue Höhenhof, L-1736 Senningerberg, Lussemburgo. Registro Imprese Lussemburgo: B 37.799.

Le previsioni contenute nel documento sono ricavate da modelli statistici basati su una serie di ipotesi e sono soggette ad un alto livello di incertezza a causa dei fattori economici e finanziari che potrebbero influire sulla performance futura. Le previsioni sono fornite a mero scopo informativo e sono valide alla data odierna. Le ipotesi formulate possono variare sostanzialmente a seguito del mutamento degli scenari economici, di mercato o altro. Non ci assumiamo alcun impegno a comunicare eventuali aggiornamenti o modifiche in merito ai dati qui riportati, alla situazione congiunturale e di mercato, ai modelli o ad altri fattori.

Leggi tutto

0 pagine | 280 kb

download